Home Art Gallery Change.org dice alle donne maltrattate di tenere un cane per autodifesa

Change.org dice alle donne maltrattate di tenere un cane per autodifesa

51
1
Tempo di lettura: 2’. Leggibilità ***.
Quando sei in viaggio fai spesso incontri di cui non capisci subito la portata. 
Nel caso, attratto dalla passione per la street Art, non potevo restare indifferente davanti a bellissime immagini realizzate lungo la Gran Via a Madrid.
Nel mio soggiorno di una settimana ci sono passato davanti due volte, restando calamitato da questi enormi pannelli situati in un contesto urbano unico. 
Ma non riuscivo a capire che cosa volessero significare.
La seconda volta notai due fotografi che si apprestavano a fare foto ad una donna molto somigliante ad una delle figure effigiate.
Lì per lì non andai oltre a quella somiglianza, perchè altri soggetti che accompagnavano la “modella” davano l’aria di appartenere a gruppi alternativi.
Nella mia testa stabilii che i fotografi si accingessero a fotografare la grafitara che aveva realizzato l’opera.
Come è mia abitudine, quando vado a fare la post produzione delle immagini, tendo ad approfondire i contenuti e in qualche caso vado alla ricerca di parole sul web per capire meglio il significato di quanto ho fotografato.
Oggi vengo a scoprire che qualla maglietta Change.Org aveva un senso speciale e che la ragazza era un’attivista che si batte per introdurre soluzioni efficaci contro lo stalking, fornendo mezzi di prevenzione contro quei rischi.
Ed ecco comparire anche un cane con indosso la stessa maglietta. Il messaggio ora è chiaro. Il cane serve per autodifesa dalle aggressioni verso le donne, che aumentano ogni giorno.

Ancora una volta un’immagine può indirizzarci a scoprire quante sfaccettature di quell’inferno – tanto minacciato per il dopovita – ci siano già, e in abbondanza, in questo mondo.
La specifica questione non può, come qualcuno sostiene, essere al centro di problematiche che interessano la regione spagnola della Navarra. La rivendicazione della Gonzales, così si chiama l’aattivista, corrisponde ad una necessità purtroppo ampiamente diffusa.
Per l’importanza e l’attualità dell’argomento richiamo il testo della petizione portata avanti dalla Gonzalez, nella speranza che la sua iniziativa possa avere fortuna.
Buona Luce a tutti!
P.S. A completamento, oltre a riportare il link della petizione, indico quello del video pubblicato nella circostanza dalla Sezione spagnola di Change.org https://youtu.be/FIoeNij37OA

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here