Home Art Gallery Iniziare l’anno con la pittura onirica di Luca Alinari

Iniziare l’anno con la pittura onirica di Luca Alinari

1162
2

Ci piace iniziare l’anno con il ricordo dell’arte del pittore Luca Alinari, tramite due suoi brevi filmati. Si tratta di auto rappresentazioni che illustrano la costruzione della sua opera raffinata, originale, difficile da leggere, ma non per questo meno attraente, ricca di eleganti dettagli, intessuta di sofisticate tecniche, del connubio di molteplici iridescenti materiali pittorici, di delicate coloriture, di immagini oniriche, di suggestioni astratte, di volti enigmatici e conturbanti. Siccome abbiamo bisogno della realtà dei sogni, per affrontare il nostro esistenziale quotidiano, auguriamo a tutti un sognante 2022!

Previous articleIl costo del conto corrente a schiovere
Next articlePillole di sostenibilità digitale: lo smartphone è davvero spento o è un nemico in tasca?

2 COMMENTS

  1. Questi due preziosi filmati testimoniano i tratti di un artista a tutto tondo, che molto ancora avrebbe potuto dire.
    L’artista ci dice che contemplare l’arte non è utilizzare solo gli occhi, ma tutti quanti i sensi ….. per indirizzare al cervello gli elementi d’insieme, tutto ciò che è possibile cogliere. Quanto viene captato è necessario per una lettura personalizzata che, in ogni caso, sarà sempre differente per ciascun osservatore.
    I filmati proposti sono un esempio concreto di quanto sopra detto.
    Il compianto Alinari, che non mancava certo di fantasia e creatività, ci affascina ancor oggi proponendo racconti impregnati di onirico ed evanescenze.
    E, come in un dormiveglia o, se si vuole, dal lettino in cui si manifestano le doppie vesti dei soggetti attori in una seduta psicanalitica, Alinari riesce a materializzare abilmente elementi concettuali sfuggenti.
    Quasi un esempio di training autogeno in cui, osservando, riesce a analizzare e riflettere sostanzialmente se stesso.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here