Home Art Gallery Primavera d’artista, l’albero e la guerra

Primavera d’artista, l’albero e la guerra

753
1

Tempo di visione: 3’.

Da oggi è primavera. Un albero con le nuove gemme è il simbolo più classico della natura che si rinnova, il cinguettio degli uccelli, che si trasforma nel battito ritmato di un cuore, un inno al rinnovamento, una poesia visiva ne costituiscono il complemento.

Scoprite tutti gli elementi che si fondono in questo racconto per immagini, seguendo la mano del pittore Luca Alinari, fino alla formazione di un ricamo, composto di tanti minuti tratti sicuri, che compongono la figura, già nitida nella mente dell’artista e alla fine chiara a tutti.

Qual è il significato simbolico di questo breve filmato, tra le tante
metafore che si ispirano a un albero? Senza dubbio quando il disegno è stato composto il contesto esterno era diverso da quello che viviamo in questi giorni in cui l’esodo di profughi cacciati dalla guerra è immagine dolorosa e ricorrente.

Tornano alla mente i versi di una canzone di Sergio Endrigo, anche lui profugo (istriano) a causa della guerra, che dicono.

“Vorrei essere un albero che sa che dove nasce e dove morirà”.

Ecco perché il cuore di questa composizione pittorica di Luca Alinari, di cui in questi giorni si ricorda la scomparsa avvenuta tre anni fa, è la nostra attualità.

Previous articleLombardia, regione anche gastronomicamente ricchissima
Next articleMonaco, sull’orlo della guerra

1 COMMENT

  1. L’arte figurativa rappresenta l’elaborazione dei “potenziali” ancestrali, innati in taluni più dotati.
    In qualche modo la loro arte è forse anche un rievocare sogni e fantasie dell’analisi del mondo. Dimostrazione ne è la purezza creativa che si manifesta in molti bambini, nella capacità che hanno nel raccontare attraverso i loro disegni la vita quotidiana, chi sta loro attorno, sbalordendoci spesso.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here