Home Recensioni “Narrazioni diversive”, sottotitolo “Come il complottismo protegge il potere”

“Narrazioni diversive”, sottotitolo “Come il complottismo protegge il potere”

246
0

Nella genesi di questo articolato saggio, Tobia Savoca indica nel padre colui che ha acceso in lui la luce e nello zio chi ha innescato l’evoluzione del suo pensiero critico. Lo studio e continui approfondimenti hanno fatto il resto.

Innescando così reazioni a catena volte alla ricerca di verità forse impossibili, in un vortice senza fine che trova un positivo sfogo nell’attività didattico-scientifica in cui si avventura per documentare tante possibili tracce, in una meritevole mission d’indubbio valore divulgativo.

In ogni caso, a prescindere dal livello dottrinale, anche analisi derivanti da assunti popolari (socialmente aggettivate come “dal basso”) presi in esame, forniscono chiavi di lettura sapienti, basate su esperienze culturali consapevoli dei limiti umani.

Emblematico, al riguardo, appare utile osservare anche il diffuso “lapsus freudiano” che viene spesso manifestato dall’attuale classe politica – neoliberista e non soltanto – quando si auto definisce, nel ruolo istituzionale di rappresentanza, come nell’esercizio di un “lavoro” e non già come nel pieno svolgimento di una missione sociale, seppur remunerata nel libero e autonomo esercizio.

Riguardo al complottismo intrinseco, oggetto centrale del saggio di Tobia Savoca, occorre osservare con maggiore attenzione l’assetto sociale contemporaneo, che organizza e accomuna in sette/tribù, lobby e gruppi vari, dove elementi anche variegati condividono passioni o – più pragmaticamente – si inter-relazionano per mantenere privilegi e per scambiarsi favori.

Augusto Cavadi, nella sua recensione, ha efficacemente sintetizzato la “sinapsi sintattica” del saggio, concludendo con questa considerazione: “Il libro di Savoca mi ha evocato l’immagine dei giochi pirotecnici: non fai in tempo a seguire le tracce luminose successive a un primo scoppio in cielo che ciascuna di queste scie esplode a sua volta, diramandosi in tante altre direzioni.”

Un libro che affronta questioni d’attualità con analisi articolate che mettono in luce i tanti aspetti correlati negli argomenti trattati.

La formazione classica, rafforzata dalle diverse lauree specialistiche, consentono all’autore di diversificare i punti d’osservazione e di mettere in risalto spunti e considerazioni focalizzanti, corroborate da citazioni e pensieri di filosofi e letterati di ogni tempo. Un saggio fitto di concetti e informazioni che merita attenzione.

Oggettivamente, nella lettura delle pagine si vola alto e si atterra per rispiccare nuovamente in volo. Fotografando i tantissimi punti possibili su ogni tipologia di complottismo: sostenitori e negazionisti compresi.

Credo che non si può, anche volendo, aggiungere altro. Per rendersene conto occorrerà procurarsi copia del libro, di poco meno di duecento pagine, dal costo di venti euro, pubblicato da Diogene Multimedia.

Buona luce a tutti!

 

Previous articleEsodo dai social per recuperare “Sovranità Personale”
Next articleIl fattore MPS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here