mercoledì, dicembre 12

Popolari venete: la Regione Veneto batte un colpo

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

La Commissione speciale d’inchiesta sui fatti riguardanti il sistema bancario in Veneto,  istituita in seno al Consiglio regionale del Veneto, ha approvato la Relazione finale nella seduta del 6 novembre scorso.

Si veda l’articolo dell’8 novembre su Economia&FinanzaVerde dedicato a questa ulteriore indagine per chiarire le cause del fallimento di Banca Popolare Vicentina e di Veneto Banca.

La Relazione e’ stata trasmessa al Consiglio regionale ed e’ stata pubblicata.

Il documento si trova sul sito del Consiglio regionale del Veneto al seguente link:www.consiglioveneto.it a fine pagina nella sezione “Documenti in evidenza”.

The winner’s curse

Riteniamo apprezzabile la voglia di fare chiarezza ancora una volta. Evidentemente non tutti sono soddisfatti della conclusione drammatica delle due banche venete.  E’ da ribaltare il consensus che si e’ formato  sui fallimenti bancari. Le autorita’ di controllo hanno infatti dichiarato di aver salvato le banche in nome della stabilita’ finanziaria.Cio’ e’ avvenuto, purtroppo, a spese di chi lavora e paga le tasse oltre che con il sacrificio di tanti azionisti ed obbligazionisti. Siamo noi cittadini con i nostri soldi a salvare le banche malgestite e senza controlli efficaci. Le due popolari venete sono l’esempio evidente del malcostume italico e della crisi delle istituzioni.

Il timore e’ che non accadra’ nulla come gia’ avvenuto con le precedenti Commissioni che si sono occupate della questione bancaria in Italia e in Veneto.Tuttavia la mole di documenti disponibili per il pubblico e’ tale da far emergere le responsabilita’ sostanziali di quanto accaduto in questi anni. Gli errori sono stati macroscopici.

Molti protagonisti dei tanti misfatti saranno accantonati nel tempo definitivamente.

Le riparazioni, i ristori materiali e professionali per i tanti che hanno provato ad opporsi invece saranno anche essi evidenti e definitivi.

 

 

Share.

About Author

Leave A Reply